info@aksilia.com
+39 351 8661301
+39 02 40703351
+39 0583 578787

Jobfair, Pisa 23-24 Ottobre 2019

Jobfair, Pisa 23-24 Ottobre 2019

JobFair 2019

Le scuole dell’eccellenza Sant’Anna e Normale di Pisa aprono le loro sedi ad aziende e studenti. Business e giovani talenti si incontrano per conoscersi in uno scambio reciproco di rinnovamento ed esperienza.

Il 23 Ottobre si tiene infatti alla Normale di Pisa la cerimonia di apertura di questa manifestazione che ogni anno vede l’incontro sinergico tra imprese e studenti. Il giorno successivo, il 24 Ottobre, alla scuola Sant’Anna di Pisa il via libera ai colloqui one-to-one.

https://jobfair2019santannapisait.b2match.io/

Jobfair significa opportunità

Sei una persona determinata? Ambiziosa? Se hai risposto si questa è una possibilità da non farsi sfuggire.

Aksilia sarà presente. Vieni ad incontrarla e prenota il tuo appuntamento sulla piattaforma del Jobfair, aperta dal 4 al 17 ottobre 2019.

Quali figure cerchiamo?

Ecco le posizioni ricercate durante il Jobfair 2019 per l’ampliamento del Team:

Dopo esserti iscritto sulla piattaforma per il colloquio, ti consigliamo di leggere questi consigli per una riuscita eccellente dell’incontro.

Colloquio di lavoro: tante domande, cerchiamo di dare risposte

I giorni e le ore prima di un colloquio di lavoro, specialmente se sono le prime volte che vengono affrontati, sono pieni di domande: come mi dovrò comportare? Cosa dovrò dire? Dovrò essere più formale o colloquiale? Come mi vestirò?

Non è mai facile dare una risposta sicura e uniforme per tutte le situazioni: dipende dall’ambiente di lavoro, dal tipo di posizione per la quale ci siamo presentati e da tanti altri parametri.

Al di là di tutti i parametri, definiamo una linea guida per una buona riuscita del colloquio. Possiamo suddividere i consigli in comportamentali e di presentazione.

I consigli comportamentali da avere durante il colloquio sono:

  • Mai arrivare al colloquio in ritardo, e nel caso in cui succeda, avvisare per tempo. La puntualità è sempre un segno di affidabilità, perché comunica un’attenzione e un rispetto verso gli impegni;
  • Spegnere il cellulare, segno di rispetto;
  • Curare il proprio outfit, senza esagerare. E’ sempre meglio puntare su un abbigliamento sobrio che metta il candidato a proprio agio e che trasmetta sicurezza e professionalità. Mai strafare.
Grazie a Google è possibile geolocalizzare qualsiasi luogo, persino i servizi igienici. Ma la privacy? #google #geolocalizzazione #privacy http://www.affaritaliani.it/ora-google-puo-sapere-anche-quando-andate-al-bagno-630442.html

Per la presentazione ad un colloquio i consigli sono di vario tipo:

  • Essere se stessi, spontanei. La personalità è molto apprezzata e permette di distinguersi rispetto agli altri. In pochi minuti occorre fare buona impressione e lasciare il segno favorevolmente;
  • Non occorre parlare solo delle proprie esperienze lavorative, ma anche di hobby o esperienze interessanti. La versatilità viene sempre premiata e distingue il candidato in mezzo alla massa;
  • Mai dire bugie: hanno le gambe corte e sono facilmente evidenziabili da un recruiter;
  • Essere preparati sul tipo di azienda, sui servizi e sulla posizione per cui ci siamo candidati. Conoscere queste caratteristiche serve a conoscere i punti di forza da argomentare. Un consiglio molto utile, infatti, è quello di visitare il sito web e i social dell’azienda prima di presentarsi al colloquio, per arrivare preparati;
  • Non aver paura di far domande: la curiosità e l’attenzione di un un candidato vengono molto apprezzate dai Recruiter;
  • Attenzione a quello che viene scritto sui Social Network: i Recruiter spesso utilizzano anche questa fonte per conoscere il candidato;
  • Tono formale o informale? Dare del Lei o del Tu? E’ sempre bene seguire quello che viene proposto dal Recruiter. Di fronte a un “Possiamo darci del tu?”, non sottovalutare la forma, ricordando che si tratta di un “Tu formale”: non stiamo parlando con un nostro amico.
  • Essere convincenti. A volte capitano domande impreviste tipo “Chi sei?”, “Dimmi perché dovrei scegliere te rispetto agli altri?”, “Dove e come ti vedi fra 10 anni?”: la risposta non deve avere alcun tipo di esitazione. E se alcune domande sembrano spiazzarci, niente panico, cerchiamo di rimanere calmi e di rispondere sinceramente o chiedere all’esaminatore di riformulare la domanda.

Ogni colloquio è un’esperienza soggettiva che fa crescere sia i candidati che gli esaminatori. E’ difficile quindi dare le linee base da seguire in ogni contesto. Questi sono i consigli essenziali da seguire per una buona riuscita dell’incontro.

Se non l’hai ancora fatto, iscriviti alla piattaforma del Jobfair per prenotare il colloquio e visita la pagina “Lavora con noi” . Buona caccia per la posizione più adatta a te!

 

Rispondi

Aksilia Chatbot
Gli specialisti del GDPR
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Programma di investimento volto ad innovare l'offerta e i processi aziendali al fine di attivare un processo permanente di innovazione.