info@aksilia.com
+39 351 8661301
+39 02 40703351
+39 0583 578787

Corona Virus: attenti agli hacker!

Corona Virus: attenti agli hacker!

Covid e Cybersecurity

Quando un certo tema diventa importante e viene cercato da tutti occorre stare attenti: è il momento giusto, l’opportunità per gli hacker per rubare i dati sensibili e le informazioni personali.

Infatti da inizio marzo sono aumentati gli attacchi informatici, come il phishing, legati all’epidemia del Corona Virus. E’ aumentato il numero di mail con informazioni e chiarimenti sui tempi e modi di contagio: in realtà non è una semplice divulgazione informativa, ma un tentativo di infettare i nostri computer, portando l’utente a cliccare su alcuni link.

Spesso queste mail appaiono affidabili, e sembra che arrivino apparentemente da soggetti istituzionali: l’utente quindi in buona fede la legge, clicca e apre gli allegati, non sapendo che sta favorendo un’azione di hackeraggio.

Cosa porta questo clic? A rubare i nostri dati personali

Gli hacker fanno leva sulla psicosi collettiva: lavorano sui grandi numeri, e poco sulla qualità. Il tema “Corona Virus” viene sfruttato non solo per fare phishing, ma vengono creati siti legati all’emergenza per diffondere malware: un virus in grado di infettare i nostri computer e smartphone, criptare e bloccare i contenuti.

I dati parlano di una crescita rilevante di siti web registrati con nomi di dominio legati al virus a partire dal gennaio 2020.

Cosa consigliano gli esperti?

Gli esperti consigliano di diffidare da e-mail che arrivano dalle istituzioni, che di norma non scrivono al singolo cittadino.

Questi sono alcuni semplici consigli dati dagli esperti:

  • usare pc con antivirus aggiornati;
  • fare sempre un backup di tutti i dati per limitare i danni nel caso di intrusioni;
  • usare password diverse per siti e servizi, per evitare che lo stesso codice possa essere utilizzata per account diversi;
  • fare attenzione ai nomi dei domini, agli errori di ortografia nelle email e nei siti e ai mittenti sconosciuti

Un altro consiglio, già ripetuto in un altro articolo, è quello di attenersi sempre alle fonti ufficiali. Gli stessi motori di ricerca (come Google), e i social, di fronte alla grande crescita di queste frodi in situazioni di emergenza, hanno preso distanza, contribuendo alla diffusione di notizie provenienti solo dal Governo.

Aksilia Srl, ti consiglia questi piccoli accorgimenti contro il Cybercrime.

Rimaniamo a disposizioni per qualsiasi tipo di informazione. Contattaci

 

Rispondi

Aksilia Chatbot
Gli specialisti del GDPR
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Programma di investimento volto ad innovare l'offerta e i processi aziendali al fine di attivare un processo permanente di innovazione.